TECNOLOGIA LED – LED Leuchten & Lampen für Arbeitsplätze | Industrie | LED2WORK

TECNOLOGIA LED

TECNOLOGIA LED

Abbiamo raggruppato qui alcune informazioni importanti sulle nostre lampade a LED. Siamo a tua disposizione per domande sui prodotti o per un’offerta.

I LED sono costituiti da cristalli e, al contrario delle lampadine a incandescenza, fanno luce con uno sviluppo di calore molto più basso.

Di conseguenza, i LED possono essere utilizzati con un consumo di corrente notevolmente più basso. A confronto con le lampadine a incandescenza e i faretti alogeni, è possibile risparmiare sui costi di corrente fino al 70% in diversi casi. E questo allo stesso rendimento luminoso, ovvero alla stessa luminosità. Inoltre convince l’elevata durata delle lampade a LED.

Le lampadine a incandescenza e i faretti alogeni presentano una durata di circa 2.000 – 4.000 ore, le lampade a risparmio energetico durano da 6.000 a 15.000 ore. Le lampade a LED invece hanno una durata di oltre 50.000 ore.

Le lampade prodotte da LED2WORK raggiungono persino una durata di 60.000 ore di esercizio e oltre. Poiché i LED non emettono radiazioni UV o infrarosse nocive per la salute e sono privi di mercurio o altre sostanze pericolose e velenose, sono ancora più ecologici e sicuri per la salute.

Caratteristiche / Vantaggi:

  • Consumo di corrente più basso rispetto alle altre lampadine
  • Elevato rendimento luminoso (luminosità) ad un basso consumo di corrente
  • Le lampade a LED presentano una durata estremamente lunga
  • Resistenza al calore relativamente alta
  • Elevata resistenza agli urti e alle vibrazioni
  • Nessuna radiazione UV e IR
  • Senza mercurio
  • Regolazione continua
  • Dimensioni compatte e forma flessibile
  • Più efficienti di pressoché tutte le altre fonti di luce
  • Insensibilità alle accensioni e spegnimenti ripetuti
  • Senza ritardo di accensione

LED2WORK GmbH sviluppa e produce tutte le lampade autonomamente.

Dalla gestione termica del corpo base alla rispettiva classe di protezione IP fino all’elettronica installata: tutto avviene in casa LED2WORK o avvalendosi di partner solidi e di lunga data operanti in Germania.

Le parti dell’alloggiamento vengono fornite prevalentemente dalla regione Baden-Württemberg, assicurando così ai nostri clienti una fornitura rapida e affidabile. La tecnologia LED installata proviene principalmente dalla ditta Seoul Semiconductor (SSC). SSC è annoverata tra i produttori LED leader nel mondo; la sua sede è a Seoul, in Corea del Sud. I LED vengono acquistati e preparati in Germania come gruppi pronti secondo le nostre direttive. Le lampade a LED da noi utilizzate si contraddistinguono per un binning molto esiguo (pressoché nessuno scostamento nelle temperature colore e nei valori di luminosità), un elevato valore Ra (min.>80) e una straordinaria efficienza (min. >90Lumen/Watt).

LED per l’industria

L’industria necessita di un’illuminazione di altissima qualità, conveniente e affidabile, in modo da poter attuare la produzione in modo economico. Se i LED soddisfano i requisiti di cui sopra, sono pressoché esenti da manutenzione. Con una durata di 60.000 ore e un’affidabilità estremamente alta, i LED di LED2WORK consentono di risparmiare molto in termini di riparazione.

L’industria ne trae così un doppio vantaggio: oltre ai costi di corrente si abbassano notevolmente anche i costi di manutenzione.

Sicurezza fotobiologica a norma DIN EN 62471

Tutti i LED impiegati da LED2WORK GmbH non rappresentano in base ai criteri sanciti dalla norma DIN EN 62471 alcun pericolo fotobiologico. Essendo classificati nel gruppo di rischio 0 (zero) non occorre alcun contrassegno.

LED – L’illuminazione del futuro

Un LED (Light Emitting Diode/diodo luminoso) è un elemento semiconduttore costituito tra l’altro da cristalli come ad esempio il silicio. Pertanto semiconduttore, poiché il materiale integrato nel diodo conduce corrente solo a determinate temperature o in determinate direzioni. L’elemento semiconduttore del LED è costituito da due elettrodi (anodo e catodo) e da più strati (layer) di materiale semiconduttore. Gli strati del LED sono a carica opposta. Ciò significa che uno strato dispone di un eccesso di elettroni e l’altro una mancanza di elettroni. Grazie al flusso di corrente, gli elettroni nello strato con l’eccesso di elettroni vengono eccitati per poi confluire nello strato a carica opposta. Allo scambio di elettroni nello strato a carica opposta, emettono energia. Ciò diventa visibile sotto forma di luce.

Un LED funziona con corrente continua. Ciò significa che il LED si accende solo quando un anodo ha una tensione superiore a quella del catodo. Affinché il LED sia sempre acceso, viene alimentato con corrente continua (corrente, la cui intensità e direzione non variano nel tempo). Dal momento che le reti di corrente vengono alimentate a livello mondiale per lo più con corrente alternata per motivi economici e tecnici (una corrente che varia la sua direzione (polarità) ad intervalli regolari, ad esempio sotto forma di onda sinusoidale), i LED hanno bisogno di determinati dispositivi. Per questo, le lampade a LED vengono fornite con apposite resistenze o con un apparecchio a corrente continua che converte la corrente alternata.

La formazione dei colori luce del LED

I LED illuminano con colori diversi. Il colore della luce dipende dal materiale del semiconduttore utilizzato. In base al materiale viene generata una determinata larghezza di banda o lunghezza d’onda, responsabile per il colore della luce. Pertanto, se l’energia è bassa si formerà una luce rossa mentre se l’energia è alta, la luce sarà blu. In base alla composizione, i LED emetteranno una luce rossa, verde, gialla o blu. Pertanto, ogni singolo LED è limitato ad una determinata lunghezza d’onda. Per questo, nel LED, la luce bianca, composta da più lunghezze d’onda, deve essere creata artificialmente. Ciò si ottiene impiegando uno strato di fosforo con cui vengono rivestiti i LED blu. In questo modo è possibile trasformare tramite il fosforo giallo il blu in luce bianca. In alternativa vengono miscelati LED rossi, verdi e blu. Poiché i LED sono già prodotti in una dimensione inferiore a un millimetro, è possibile ottenere senza problemi questa miscela.

Qualità della luce

La luce bianca è la combinazione di un intero spettro di colori luce. Tanto più grande è la componente di blu, tanto più fredda sarà la luce. Il colore luce di una lampada viene descritto con la sua temperatura colore, ovvero in Kelvin. Vi sono tre gruppi: bianco caldo < 3.300 Kelvin, bianco neutro da 3.300 a 5.300 Kelvin e luce diurna bianca > 5.300 Kelvin. Tanto più grande è il valore Kelvin, tanto maggiore sarà anche l’emissione luminosa. Poiché in postazione di lavoro e in produzione occorre vederci bene, scegliere di conseguenza una luce diurna bianca. Tuttavia, con l’aumentare del valore, aumenta anche il colore blu nella luce. La differenza rispetto alla luminosità delle note lampadine a incandescenza diventa immensa al più tardi da 6.500 Kelvin. Ciò solleva la questione se questo sia ancora piacevole per l’utilizzatore. LED2WORK fornisce le lampade con diverse valori Kelvin; a seconda delle esigenze da 4.000 Kelvin a 5.500 Kelvin (il valore luce utilizzato di più), corrispondente alla luce diurna bianca.

Alle postazioni di lavoro modulari e ai macchinari è estremamente importante anche una corretta percezione del colore. Per questo, la luce delle lampade a LED con lo stesso colore luce può avere una composizione della luce spettarle diversa e quindi una diversa resa cromatica. Tanti più colori compongono lo spettro di una lampada a LED, tanto più precisa sarà la resa cromatica. L’indice di resa cromatica Ra viene utilizzato per determinare la qualità della resa cromatica. Il valore massimo è un Ra pari a 100 – tutti i colori appariranno identici alla fonte di luce di riferimento. Le lampade LED2WORK hanno un valore Ra da 80 a 93 che corrisponde ad un valore enormemente alto sul mercato.

Resistenza

Temperatura

I LED sviluppano calore. Tuttavia in misura molto minore rispetto alle tradizionali lampadine. Il basso sviluppo di calore, non solo non sottopone a forti sollecitazioni il LED, bensì anche l’intero modulo della lampada.

Il calore che comunque si sviluppa viene eliminato grazie al sistema di dissipazione di calore presente nei moduli della lampade. Grazie a questa caratteristica, combinata con la tecnologia LED in quanto tale, i LED di LED2WORK possono essere utilizzati persino per oltre 60.000 ore.

Corpo lampada

I LED impiegati in ambito industriale richiedono una resistenza del tutto particolare. Vista la necessità di confrontarsi con ambienti di lavoro particolari con presenza ad esempio di calore, oli, trucioli o refrigeranti, LED2WORK ha sviluppato LED e accessori adatti a queste condizioni. Ad esempio coperture con vetro in borosilicato / ESG, particolarmente resistente alle sostanze chimiche e alla temperatura. Le guarnizioni in Viton delle lampade sono protette dagli oli e vengono proposte in diverse versioni, fino alla classe di protezione più alta.

Attacchi

I LED per l’impiego in macchinari e impianti devono soddisfare requisiti particolari. Pertanto, le lampade di LED2WORK possono essere collegare tramite un connettore sensore alla tensione della macchina o tramite un attacco AC alla rete di corrente. Le lampade di segnalazione dispongono persino di un attacco al controllo PLC.